L’importanza della Sterilizzazione

 UNO.. ...  …  CENTOMILA

Cosa succederebbe se, come da molti ritenuto necessarioogni cagna o gatta avesse almeno una volta nella vita una cucciolata? Qui serve la matematica.. Ogni animale “produrrebbe” una media di circa sei cuccioli per volta, considerando che a volte sono solo due o tre, ma molto spesso, soprattutto nei cani grossi, le cucciolate sono anche di dieci individui. Se la metà sono femmine (tre) anche queste, nel giro di un paio di anni, avranno messo al mondo altri diciotto cuccioli. Dopo altri due anni anche le nove giovani cagne/gatte avranno sfornato 54 nuovi animaletti. Passano altri due anni e i proprietari ritengono che sia ormai ora anche che le 27 cagne/gatte della terza generazione abbiano i loro bei cucciolini abbaianti/miagolanti: ecco che 162 pallette di pelo vedono la luce. Ancora altri due anni: 81 cagne/gatte hanno prodotto 486 cani/gatti che cercano un nuovo proprietarioSono passati a questo punto solo dieci anni dal primo della serie dei parti. In questo calcolo nessuna delle mamme pelose ha prodotto più di una cucciolata, ma nonostante ciò la cifra totale degli animali si è quasi cinquecentuplicata. Siete sicuri che sia così facile trovare tutte queste persone desiderose di adottare questi animali? Se esistessero così tante persone che vogliono adottare un animale come mai nei rifugi che raccolgono randagi ogni anno il numero dei cani e gatti ricoverati continua a crescere e non cala mai? In Italia si calcolano 150.000 nuovi cani abbandonati ogni anno, ma il numero preciso non è notoNessuno sa quanti sono i gatti, ma probabilmente almeno tre volte (450.000) rispetto al numero dei cani. Tenete presente che non è affatto vero che un parto prevenga tumori mammari o problemi all’utero (come si sosteneva alcuni anni fa): l’unico metodo veramente sicuro di prevenzione delle neoplasie mammarie è la sterilizzazione precoce dell’animaleE’ dimostrato da numerosi articoli scientifici che sterilizzare le cagne prima del primo calore dimezza le probabilità di sviluppo dei tumori mammari (che nella maggior parte dei casi sono tumori maligni e altamente metastatici) e che già dopo il primo calore questa azione preventiva diminuisce, andando poi ad essere del tutto nulla in caso di sterilizzazioni ad età avanzata dell’animale. Inoltre, le cagne intere anziane hanno un’ altissima probabilità di sviluppare alterazioni dell’utero (come liperplasia endometriale cistica), che evolvono poi a vere e proprie infezioni (piometra).

SIETE ANCORA DEL PARERE CHE OGNI CAGNA O GATTA DEBBA FARE I CUCCIOLI ALMENO UNA VOLTA NELLA VITA? 

IL NOSTRO PENSIERO:

In linea di massima siamo dell’idea che, soprattutto in regioni con alto tasso di randagismo, sia fondamentale sterilizzare a tappeto quanti più cani e gatti possibile; questo perchè spesso rimettersi al buon senso e al senso di responsabilità dei proprietari significa trovarsi davanti a centinaia di cuccioli che vengono abbandonati nei cassonetti dell’immondizia o gettati a morire in un sacco chissà dove, e questo non è tollerabile! Dire “io non sterilizzo perchè è contro natura” e poi non saper gestire i propri animali, lasciandoli accoppiare ogni volta e sfornare cuccioli di cui nessuno si vuole occupare, e che vengono poi malamente eliminati, non è ne’ naturale ne’ etico! Nelle nostre zone, dove in linea di massima c’è un maggiore controllo dei propri animali, i quali anche se lasciati interi non sono liberi di andare ad accoppiarsi in giro per il mondo, puo’ anche essere possibile/corretto decidere di mantenere interi i propri cani/gatti, ma questa scelta deve essere fatta CONSAPEVOLMENTE: bisogna essere consapevoli che la cagna intera dovrà essere controllata assiduamente dopo ogni calore al fine di gestire in tempo eventuali problematiche legate al periodo diestrale (pseudogravidanza o piometre in primis); bisogna essere consapevoli che la gatta lasciata intera non dovrà avere accesso all’esterno (a meno che non accetti di occuparmi RESPONSABILMENTE dei gattini nati anche due o tre volte l’anno -le gatte sono fertili spesso già a sei/sette mesi e possono accoppiarsi subito dopo aver partorito una cucciolata!- ); bisogna accettare il rischio che la gatta libera di accoppiarsi autonomamente in libertà possa contrarre pericolose infezioni virali a trasmissione sessuale, che potrebbero minare alla sua salute o a quella dei gattini; bisogna capire che un gatto maschio lasciato integro scapperà e si assenterà da casa per giorni interi durante la stagione degli accoppiamenti, potrebbe soffrire la fame, lottare con altri maschi per potersi accoppiare e a sua volta contrarre malattie, per non parlare del rischio altissimo di finire sotto una macchina (fine tipica dei gatti maschi interi lasciati “liberi di godersi la vita”). Insomma, la scelta di non sterilizzare non è per tutti. Solo per chi è disposto a controllare e gestire responsabilmente i propri animali. Altrimenti, per il vostro ed il loro bene, meglio optare per l’intervento chirurgico. Secondo le nuove linee guida rispetto al passato si ritiene che il momento migliore per effettuare la sterilizzazione nelle femmine sia dopo il primo calore, al fine di permettere un completo sviluppo psico fisico dell’animale, mentre per quanto riguarda i cani maschi, che sia controindicato castrare precocemente (salvo gravi problematiche comportamentali opportunamente diagnosticate e valutate preventivamente), al fine di evitare alcuni tipi di neoplasie che sembrano essere favorite dalla castrazione precoce. Nel nostro ambulatorio seguiamo queste linee guida, e cerchiamo di spiegare ai proprietari tutto quello che è opportuno sapere prima di prendere una decisione in merito.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...